Abbiamo tutti grandi responsabilià, sia io che i giocatori e non vogliamo alibi, ma queste conduzioni arbitrali sono scandalose”

Massa – Giornata amara per la Massese di mister Gassani. Una brutta sconfitta con il Castelnuovo Garfagnana che fino ad oggi era ancora a secco di vittorie. Di seguito le parole dei due tecnici:

Matteo Gassani (Massese): “I ragazzi stanno dando tutto, hanno corso, lottato , ma abbiamo palesi limiti tecnici, è inutile girare intorno al piro. La squadra è organizzata, anche oggi abbiamo preso un gol su un episodio, dal punto di vista fisico ci siamo. Finiamo sempre nella metà campo avversaria, però abbiamo limiti tecnici che non ci consentono di dominare e trovare la giocata per vincere, basta pensare che tutti gli attaccanti da inizio campionato hanno fatto solo due gol. Anche oggi, a parte l’episodio dell’arbitro, abbiamo tenuto gli avversari dentro la loro area, ma abbiamo fatto pochissimi tiri. Nel momento in cui non hai qualità tecniche negli ultimi trenta metri, devi attaccare la profondità con gli attaccanti e cercare di giocare sulle seconde palle. Ci manca il passaggio filtrante, il tiro, non vinciamo mai duelli individuali dal punto di vista tecnico.

Arbitri? Quello che sta succedendo è veramente ridicolo: prima del rigore contatto netto tra Dell’Amico e il loro terzino; un minuto dopo, senza che nessuno facesse fallo, ha fischiato rigore. Questi sono gli arbitri di Eccellenza. Siamo in difficoltà e abbiamo tutti grandi responsabilià, sia io che i giocatori, e non vogliamo alibi, ma queste conduzioni arbitrali sono scandalose.

Lasciamo stare i sogni di alta classifica, pensiamo partita dopo partita, perché per stare nei piani alti ci manca molto”.

Alfredo Cardella (Castelnuovo G.):: “Conoscevamo bene la Massese, perché l’abbiamo vista più volte e abbiamo preparato la partita per non farla giocare e ci siamo rusciti. Abbiamo fatto fare la partita alla Massese e ci siamo difesi bene, oggi ci ha aiutato quel pizzico di fortuna che è mancata altre volte. Sul rigore anch’io non ho visto gran che, ma al termine della gara i giocatori nello spogliatoio mi hanno detto che il contatto c’è stato. Credo che la Massese abbia un allenatore molto preparato che conosce la categoria, quindi deve avere un pò di pazienza, ma le possibilità per fare bene le hanno”.